HarmonyOS in competizione con iOS di Apple entro 2 anni, parola del CEO di Huawei

HarmonyOS in competizione con iOS di Apple entro 2 anni, parola del CEO di Huawei

Per crescere rapidamente il sistema operativo potra' arrivare anche sugli smartphone? Lo scopriremo.

 

Scritto da il 14/10/19 | Pubblicato in Huawei HarmonyOS | Apple iOS | | Archivio 2019

Seguici su

 
 

La scorsa estate, Huawei ha lanciato il sistema operativo HarmonyOS (Hongmeng OS), piu' volte dconsiderato come software destinato a prendere il posto di Android sugli smartphone futuri a marchio Huawei. Si è scoperto all'annuncio che inizialmente lo troveremo in oggetti connessi che non sono telefoni. Questo è il piano nel breve periodo, ma in futuro? HarmonyOS è probabile che arriverà anche sugli smartphone, prima o poi, ma ancora nulla di ufficiale è stato detto su questo. Di ufficiale, su dichiarazione del CEO attuale di Huawei, c'è che la società prevede una importante crescita della piattaforma grazie al suo utilizzo in prodotti di altra tipologia. Il fatto che già la serie Mate30 di Huawei è senza i servizi e le app di Google fa presumere che vedremo smartphone alimentati da HarmonyOS presto. Non che questo significherà il ritorno dei servizi e delle app di Google negli smartphone Huawei, piuttosto sarà un chiaro segnale che "ce la possiamo fare anche senza Android" da parte di Huawei.

Cio' che è accaduto per la serie Mate30 dovrebbe essere una conseguenza della decisione presa all'inizio di quest'anno dal Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti di inserire Huawei nella lista delle aziende a cui le società statunitensi non possono vendere i loro prodotti e servizi; Huawei è stata considerata una minaccia per la sicurezza nazionale statunitense con l'accusa di installare delle backdoor nei suoi prodotti per spiare gli utenti. Google non ha quindi venduto la licenza di Android ad Huawei per la serie Mate30, che monta un software basato sulla versione gratuita open source di Android ma senza i servizi e i prodotti di Google (scopri qui come funziona il rilascio della licenza Android). Questa è stata una sorpresa, dal momento che ad Huawei il ban era stato sospeso, anche se temporaneamente. La questione è talmente poco chiara che per evitare rischi per il proprio business dei telefoni in futuro è logico pensare che il colosso cinese stia lavorando per portare HarmonyOS anche nei suoi smartphone futuri.

Nelle scorse settimane, come riportato da GizmoChina, il CEO di Huawei, Ren Zhengfei, ha rilasciato una intervista a Fortune Magazine nella quale ha affermato che HarmonyOS potrà essere in grado di competere con il sistema operativo iOS di Apple entro i prossimi 2 anni. Lo stesso Zhengfei ha anche dichiarato che la sua società si aspetta un calo di 10 miliardi di dollari di entrate per via della mancata integrazione dei prodotti e dei servizi di Google negli smartphone Huawei. Riguardo al futuro del rapporto tra Google e Huawei, Zhengfei ha dichiarato: "Abbiamo ancora una speranza nel continuare ad utilizzare il sistema operativo di Google, e restiamo impegnati alla cooperazione amica con Google."

Ad avercela molto con Huawei sembra essere il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, in realtà, quindi tutta la questione della messa al bando del marchio cinese Huawei potrebbe concludersi nel 2020, se Trump non verrà riconfermato come Presidente USA alle prossime elezioni che si terranno a novembre del prossimo anno.

Quando HarmonyOS è stato annunciato, Huawei ha detto che la prima versione (1.0) del sistema operativo verrà utilizzata inizialmente sugli schermi intelligenti, e cosi' è stato, essendo arrivato sul televisore Honor Vision TV - è il primo dispositivo alimentato da HarmonyOS in commercio. I piani della società cinese prevedono che, nei prossimi tre anni, HarmonyOS sarà ottimizzato e gradualmente adottato su una gamma più ampia di smart devices, tra cui dispositivi indossabili e sistemi per auto connesse. Tenendo conto di tutte le piattaforme, Android è il sistema operativo leader al mondo, per Statcounter (dato aggiornato a Settembre 2019), con una quota del 40.44% a livello globale, seguito da Windows con quota del 35.32%, da iOS di Apple con quota del 14.29%, da OS X con quota del 6.4%, da 'Altri' (1.59%) e da Linux (0.8%). Per arrivare a competere con iOS di Apple entro i prossimi due anni, quindi, HarmonyOS presumiamo che lo vedremo in diversi tipi di dispositivi, se anche smartphone non si sa.