Recensione Samsung Galaxy S10+, ancora piu' concreto

Recensione Samsung Galaxy S10+, ancora piu' concreto

Samsung ha commercializzato i nuovi Galaxy S10 e noi oggi proveremo insieme la variante Top di gamma S10+, ne vale la pena? Scopriamolo insieme.

 

Scritto da , il 23/03/19

Seguici su

 
 

Come ogni anno in questo periodo è arrivato il momento di testare il Top di gamma della famiglia S di Samsung questa volta composta da tre Smartphone, in questa recensione ci concentreremo sul più costoso e grande Samsung Galaxy S10+.

La confezione di vendita è molto ricca e comprende il nostro Smartphone, manuali guida, spilla per estrarre il vano Sim, alimentatore da parete con presa rapida, cavo USB Type C, auricolari AKG, adattatore da USB Type C ad USB standard ed adattatore da USB Type C a Micro USB.

L’adattatore per USB standard vi permette di collegare hard disk, chiavette, mouse, tastiere eccetera oppure di utilizzare la funzione di Smart Switch per passare i dati velocemente dal vecchio Smartphone, quello Micro USB è stato realizzato per permettervi di sfruttare eventuali accessori con questa porta.

Esteticamente c’è stato un salto in avanti importante rispetto al precedente modello in quanto sparisce il lettore delle impronte digitali dal retro che viene ora posto sotto al display, vengono riposizionate le fotocamere posteriori che diventano tre e troviamo soprattutto due fotocamere nella parte anteriore poste all’interno del display, le cornici sono ancora più limate rispetto al passato ed il design a nostro avviso è un punto di forza.

I materiali utilizzati per la realizzazione del prodotto sono assolutamente ottimi in quanto troviamo un pannello in vetro Gorilla Glass 6 sia nella parte anteriore che al posteriore ed una cornice in alluminio nel bordo, la costruzione è davvero ai massimi livelli.

Tra le mani il prodotto sta bene grazie agli angoli decisi ed alle curvature laterali, non è uno Smartphone facile da utilizzare con una sola mano e sicuramente una cover vi permette di avere un maggiore grip oltre che una maggiore protezione.

 
Samsung Galaxy S10+
Samsung Galaxy S10+
 

Il display è da ben 6,4 pollici con tecnologia Dynamic AMOLED, aspect ratio di 19:9, risoluzione massima di 3040 x 1440 pixel, densità massima di 522 pixel per pollice e certificazione HDR10+.

Accendi lo schermo ed è subito “WOW”, si perchè troviamo una risoluzione pazzesca, dei colori molto vivaci ma che mantengono comunque una tonalità naturale, dei neri assoluti, dei contrasti perfetti ed una visibilità ottima anche sotto al sole grazie ai 1200 nits.

Non manca la possibilità di modificare il comportamento dello schermo, di attivare il filtro per la luce blu emessa, non manca la modalità di lettura e l’impostazione della risoluzione che sin dalla prima accensione non sarà sul valore massimo per risparmiare batteria, lasciarlo su Full HD Plus basta ed avanza.

Il pannello è sempre curvato ai lati e quindi integra anche la funzione “pannelli edge” che possiamo personalizzare ed attivare con uno swype.

Le fotocamere all’interno del display non sono fastidiose e dopo un’accurata analisi possiamo assolutamente dire che questa soluzione è più intelligente rispetto al notch, ovviamente le fotocamere vengono integrate nella barra di notifica che diventa così più spessa ma restano presenti nella visione dei video o nelle schermate chiare, in questo la community si sta sbizzarrendo portando wallpeper creativi come quello nell’immagine appena sopra che nasconde le fotocamera con un effetto piacevole.
Leggi anche:
 
Samsung Galaxy S10+
Samsung Galaxy S10+
 

Internamente troviamo un processore Exynos 9820 Octa Core da 2,7 Ghz con GPU Mali G76, 8 GB di memoria RAM e 128 oppure 512 GB di memoria interna espandibile via Micro SD sacrificando il secondo slot Sim in quanto parliamo di uno Smartphone Dual Sim, esiste anche la variante da 1 TB di memoria interna con 12 GB di memoria RAM venduta in esclusiva sullo store online di Samsung.

Le prestazioni sono ottime sia nell’utilizzo di tutti i giorni che con i giochi più pesanti che girano sempre al massimo del dettaglio senza scaldare mai troppo la scocca, ogni tanto potrete notare dei piccoli rallentamenti dell’interfaccia ma è una questione di gioventù software che aggiornamento dopo aggiornamento sta migliorando.

Parlando di sblocchi qui troviamo il riconoscimento del volto 2D veloce ma non sicuro in quanto non è difficile sbloccarlo con una foto per esempio, sicurissimo invece il lettore delle impronte posto sotto al display che necessita sia di una pressione che di un posizionamento corretto, non è il più veloce mai provato ma Samsung ha dichiarato che con i prossimi aggiornamenti ci saranno miglioramenti sostanziali.
Leggi anche:
 
Samsung Galaxy S10+
Samsung Galaxy S10+
 

Qui troviamo nemmeno a dirlo Bluetooth 5.0, NFC utilizzabile anche con i pagamenti, Wi-Fi a doppia banda, GPS con Glonass e Galileo e connettività LTE che raggiunge addirittura i 2 Gbps in download con 150 mbps in upload, molto bene sotto ogni aspetto per ricezione e qualità del segnale.

L’audio in capsula è forte, chiaro e corposo e permette di telefonare anche in ambienti molto rumorosi, i microfoni fanno sempre il loro dovere attenuando perfettamente i rumori di sottofondo ed il doppio speaker è fenomenale sia per volume che per qualità grazie anche all’equalizzazione di Dolby Atmos.

Lo Smartphone offre una parte audio di qualità anche tramite cuffie sia a filo (c’è il jack da 3,5 millimetri) che via Bluetooth grazie alla certificazione aptX.

 
Samsung Galaxy S10+
Samsung Galaxy S10+
 

Molto complesso il comparto fotografico che all’anteriore si avvale di un doppio sensore da 10 megapixel f/1.9 standard e 8 megapixel f/2.2 grandangolare utile sia per foto di gruppo che per l’effetto ritratto.

Sul retro i sensori sono addirittura tre: un primo da 12 megapixel con apertura variabile da f/1.5 a f/2.4 provvisto di stabilizzazione ottica, stabilizzazione che troviamo anche nel secondo da 12 megapixel f/2.4 con Zoom 2X senza perdita di dettaglio ma che non troviamo nella terza da 16 megapixel f/2.2 grandangolare.

In questo prodotto troviamo HDR automatica ed intelligenza artificiale per il riconoscimento attivo delle scene che abilità modalità ed impostazioni migliori per lo scatto.

Samsung Galaxy S10+ scatta ottime foto sia con molta luce che di sera, quello che più impressiona è il dettaglio e la naturale sfocatura dello sfondo, in questo caso tutto merito dell’apertura variabile del sensore che tra l’altro possiamo anche forzare tramite la modalità manuale.

I colori sono naturali, ben riprodotti, le immagini se viste su display grandi non sfigurano ed i video sono ben stabilizzati e registrabili anche in 4K a 60 fps, non mancano i super slow motion.

Curiosi di vedere come scatta le foto? Al seguente indirizzo l’intera galleria di test scattata con il prodotto a risoluzione originale mentre nella recensione video a fine articolo il filmato di test.

 
Samsung Galaxy S10+
Samsung Galaxy S10+
 

La batteria qui è da ben 4100 mAh con ricarica rapida sia via cavo che senza fili, viene introdotta anche la ricarica wireless inversa che permette di trasformare S10+ in un pad per altri Smartphone o accessori.

L’autonomia a nostro avviso al momento non è un punto di forza, permette si di arrivare a sera con utilizzi intensi ma mai superando le 4 ore di display attivo, con utilizzo più soft la situazione migliora ma in generale basta stare una mezz’ora a luminosità alta per vedere la percentuale scendere a vista d’occhio, speriamo in aggiornamenti futuri che migliorino la situazione.

Il software è basato su Android 9 Pie con interfaccia proprietaria di Samsung che nel corso dei vari anni ha davvero fatto passi da gigante sia nel design che nelle prestazioni.

Come detto delle volte qualche piccolo lag capita di vederlo ma è davvero raro, ciò che colpisce è l’intuitività del launcher studiato completamente a gsture, le varie possibilità di personalizzare il tema, i launcher, le icone, l’always on e tutto ciò che vogliamo in pochi passi ma anche la categorizzazione delle impostazioni ora molto chiara e completa.

Interessante anche lo studio che Samsung ha portato per ogni app che risulta armoniosa e funzionante, molto bella l’interfaccia della fotocamera che è anche completa e funzionale, per esempio è uno dei pochi prodotti che permette di registrare un video e passare durante la registrazione da una fotocamera all’altra tra le posteriori senza ne problemi e ne ritardi.
 
Samsung Galaxy S10+
Samsung Galaxy S10+
 

Ma quanto costa? Si parte da oltre 1000 euro anche se online il listino è già molto più basso, vorremo dire che li vale ma è difficile dirlo per qualsiasi Smartphone, al giusto prezzo e con qualche aggiornamento può comunque davvero essere un prodotto Top di gamma utile per lavoro, per il tempo libero (è sempre certificato IP68 per la resistenza all’acqua), per la multimedialità o una vacanza, insomma si adatta a tutti gli stili di vita.

Se volete acquistarlo su Amazon lo trovate in offerta al seguente indirizzo.

Vi lasciamo ora alla nostra recensione video in cui vi mostriamo il prodotto in azione, non dimenticatevi come sempre di iscrivervi al nostro canale Youtube, di seguirci su Telegram ma anche su Instagram, buona visione!

Recensione Samsung Galaxy S10+, ne vale la pena?



Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Recensione Samsung Galaxy S10+, ancora piu' concreto


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?