Google Assistant parla italiano: come funziona e si usa Google Assistente

Google Assistant parla italiano: come funziona e si usa Google Assistente

Grazie ai progressi nell'elaborazione della lingua naturale e nel riconoscimento vocale, Google Assistente è una versione migliorata di Google Now, rispetto al quale può è molto piu' avanzato e puo' dialogare in modo naturale, personale e utile. Ma come si installa e si utilizza?

 

Alla conferenza degli sviluppatori I/O 2017 lo scorso maggio Google ha dedicato tantissimo spazio a Google Assistant, l'assistente digitale che l'azienda di Mountain View ha presentato esattamente un anno prima all'edizione del 2016 della conferenza per gli sviluppatori per permettere alle persone di interagire con la propria voce, come fosse una conversazione naturale, con i servizi offerti da Google. Con Google Assistant è possibile essenzialmente compiere le stesse operazioni come gia' si puo' fare con altre interfacce di Google, ma in un modo colloquiale. Al lancio, Google Assistant parlava solo l'Inglese. Tuttavia, a partire da questa estate Google Assistant è in grado di rilevare e rispondere in francese, tedesco, brasiliano-portoghese e giapponese. Google aveva promesso che entro la fine dell'anno Assistant avrebbe parlato anche l'italiano, spagnolo e coreano e la promessa verrà mantenuta: è iniziata in Italia alla fine dello scorso mese di ottobre la distribuzione degli aggiornamenti necessari alle varie app di Google, tra cui Google Play Services, utili ai proprietari di smartphone, tablet e altri dispositivi compatibili di utilizzare Assistant in lingua italiana. Dal 15 novembre 2017, Google Assistente parla ufficialmente la nostra lingua, l'italiano, come annunciato da Google nel suo blog. 

Puo' capitare di aver bisogno di una mano, di un’informazione, di una risposta veloce e precisa ad una particolare richiesta: per sapere come sarà il meteo della giornata, trovare la strada più breve per raggiungere la casa nuova degli amici, ordinare un caffè in un paese straniero senza conoscerne la lingua. È per casi come questi che Google ha progettato il suo Assistente, che, conversando con l'utente in maniera naturale, lo aiuta in diversi modi, dal fornirgli informazioni utili sulla giornata che lo aspetta fino a scattare un selfie. 

Grazie ai progressi nell'elaborazione della lingua naturale e nel riconoscimento vocaleGoogle Assistente è una versione migliorata dell'assistente digitale Google Now che si trovava in praticamente tutti i dispositivi Android, rispetto al quale può è molto piu' avanzato e puo' dialogare in modo naturale, personale e utile - significa che comprende le frasi ascoltate dall'utente e risponde di conseguenza. Inoltre, grazie al machine learning, l'Assistente impara ogni giorno: più si parla con lui, più sarà preciso e su misura.

Google Assistant inizia cosi' a parlare in italiano in occasione dell'inizio delle spedizioni dello smartphone Google Pixel 2 XL in Italia. Infatti, le funzionalità legate a Google Assistant sono parte integrante dell'esperienza d'uso dei telefoni Pixel, e il debutto in Italia del Pixel 2 XL senza l'Assistente sarebbe stato come se Google si tirasse la zappa sui piedi. In ogni caso, era altamente probabile il debutto dello smartphone in Italia con sbloccate le funzionalità dell'Assistente in italiano: a conferma che Assistant avrebbe presto iniziato a parlare l'italiano anche la seguente frase nel comunicato stampa di 3 Italia in cui l'operatore ha presentato l'offerta per acquistare il nuovo Pixel 2 XL: "L’Assistente Google integrato permette, con comandi vocali, di effettuare una serie di operazioni, tra le quali scattare un selfie, mandare un messaggio oppure ottenere indicazioni stradali, il tutto a mani libere. L’Assistente Google può essere attivato con una semplice pressione ai lati del Pixel 2 XL grazie alla funzionalità Active Edge.".

Dove arriva Google Assistant in lingua italiana? Sui dispositivi compatibili con Google Play Services aggiornato e con il sistema operativo aggiornato almeno alla versione 6.0 Marshmallow. Entro fine 2017, Google Assistant parlerà l'italiano anche su piattaforma iOS, quindi sugli iPhone di Apple tramite l'apposita app Google Assistant scaricabile dall'App Store. Per sapere se il proprio smartphone è compatibile con Google Assistant basta cercare all'interno del Play Store l'app 'Google Assistant' e, se non si trova, vuole dire che l'assistente non è ancora disponibile per il proprio device.

Leggi anche: Google Assistant: assistente Google che parla con gli utenti
Leggi anche: Google Assistant sui telefoni Android almeno Marshmallow

Assistente Google in italiano come si usa, a cosa serve

Quando il proprio smartphone o altro dispositivo compatibile viene aggiornato con tutte le funzionalità per far parlare in italiano Google Assistant (o 'Assistente Google') grazie al machine learning e all'intelligenza artificiale si puo' iniziare a "parlare" con l'assistente come in una conversazione con un'altra persona e ricevere aiuto per cercare qualcosa o svolgere delle attività. Chi ha un dispositivo Android aggiornato a Marshmallow, Nougat o Oreo puo' attivare dal 15 novembre 2017 l’Assistente Google all'interno dell'applicazione Google aggiornata alla piu' recente versione. Una volta seguita la guida per l'impostazione iniziale, per richiamare l'assistente basta pronunciare “OK Google” o premere a lungo il pulsante Home del telefono (solo chi ha Pixel 2 XL puo' anche stringere i lati del telefono).

Sono tante le richieste con cui mettere alla prova l’Assistente Google (sempre dopo averlo richiamato attraverso uno dei metodi sopra elencati) . Pronunciando “attiva il Bluetooth”, "attiva la modalità aereo” o "attiva il Wifi" e l’Assistente Google lo farà per voi. E' possibile fare una chiamata pronunviando “Chiama [NOME CONTATTO]”. E' possibile ricevere indicazioni per tornare a casa con "Portami a casa". Le informazioni meteo si ricevono con comandi come "Quale sarà il meteo per il weekend?" o “Che tempo farà domani a Milano?”.Per avere informazioni sui locali in zona è possibile pronunciare "Quali sono i ristoranti di sushi vicino a me?". E' possibile convertire la valuta straniera ad esempio con "A quanti euro corrispondono 10 dollari?". Gli appassionati di sport possono chiedere per esempio  "Qual è la classifica del campionato di Serie A?" o "quando giocherà la prossima partità la Juventus?". E' possibile appuntare promemoria con "A che ora è la mia prossima riunione?" e ancora “Ricordami di far partire la lavatrice quando arrivo a casa”. L'Assistente consente di cercare voli con frasi come "Quali sono i voli da Milano a Parigi per questo fine settimana?". 

Per svagarsi un po', è possibile chiedere all'assistente di riprodurre su un servizio di musica preferito i album o brani preferiti. con frasi come “Ok Google, riproduci ‘there's nothing holding me back di Shawn Mendes’ su Spotify” (funziona con Google Play Musica, YouTube e Spotify). E' anche possibile chiedere all’Assistente “Raccontami una barzelletta” mentre si puo' sfidare con un “Non sai niente!” per scoprire quale è la risposta pronta che ha.

L'espansione di Google Assistant

L'Assistente di Google ha debuttato a fine 2016 come esclusiva sui telefoni Pixel - progettati da Google - alimentati dalla piattaforma Android 6.0 Nougat, poi è stato introdotto all'interno dell'app di messaggistica Google Allo compatibile con i telefoni Android 4.1 e versioni successive, mentre sui set-top-box e Smart TV l'Assistente è arrivato con un aggiornamento di Android TV versione 6.0 Marshmallow o successive.  Dopo che LG al Mobile World Congress 2017 ha presentato il suo nuovo smartphone G6 con Google Assistant integrato - il primo telefono non-Pixel con questo assistente digitale - la società di Mountain View ha annunciato l'inizio della distribuzione di Assistant da inizio marzo sugli smartphone con sistema operativo Android 6.0 Marshmallow e versioni successive, indipendentemente dal produttore del device. Dal 17 maggio, Assistant è anche disponibile su iPhone di Apple. Dal 15 novembre 2017 è disponibile in Italia in italiano.

Ora che Google Assistant parla l'italiano è presumibile- ma non ufficiale - che arriverà in Italia ad un certo punto nei prossimi mesi Google Home, l'altoparlante domestico intelligente di Google ad attivazione vocale - come Amazon Echo - che integra l’Assistente. Tramite questo speaker anche gli italiani potranno ascoltare musica, gestire gli impegni quotidiani e ottenere risposte da Google, il tutto semplicemente parlando in modo naturale e dopo il comando "Ok Google". Sarà possibile chiedere a Google Home di riprodurre una canzone precisa o una playlist da Spotify o Play Music (o altri servizi di streaming musicale), impostare un timer per il forno, avviare video da Youtube o da Netflix sul Chromecast collegato al televisore, controllare lo stato del volo o spegnere le luci di casa grazie al supporto dei dispositivi connessi in casa (tra cui i prodotti Nest).

 

Ogni Mercoledi Tutte le novità su smartphone, tablet e tariffe nella tua Email

 
 
GUIDE ANDROID
GUIDE iOS
GUIDE
GUIDE SOFTWARE
 
 
 
 
 

Commenti e Opinioni

 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Rimani aggiornato su Smartphone, Guide, Apps e Tariffe

Ricevi gratuitamente nella tua email tutte le novità su cellulari, smartphone, tariffe e promozioni Tim, Vodafone, Tre e Wind