Google+: uno sguardo a Instant Upload, Huddle e Hangouts

 

Google ha presentato il proprio progetto social Google+ attraverso cinque nuovi servizi: Sparks, Instant Upload, Wave, Hangouts e Circles

Scritto da Simone Ziggiotto il 30/06/11 | Pubblicata in Google | Archivio 2011

 

Google ha presentato il proprio progetto social Google+ attraverso cinque nuovi servizi: Sparks, Instant Upload, Wave, Hangouts e Circles. Scopriamo le loro caratteristiche.
 
Si potrebbe pensare a Google+ come ad un clone di Facebook ma non è cosi' poichè si basano su due concetti differenti. Facebook consente di condividere i contenuti disponibili sul web con i nostri 'amici' ai quali abbiamo consentito l'amicizia, ma a volte vogliamo proporre il contenuto solo ad alcune.
 
Google Plus

 
Arriva in soccorso Circles (Cerchie), il primo servizio di Google+ che consente la condivisione solamente con determinate persone, mantenendo sotto controllo le informazioni. Inoltre non è necessario essere amico di nessuno per condividere qualcosa perchè basta semplicemente inserire l'indirizzo mail desiderato.
 
Secondo servizio è Sparks (Spunti), un vero e proprio aggregatore di feed molto potente che, una volta scelti gli argomenti di nostro interesse, ci tiene aggiornati su video, news e quant'altro riguarda le nostre preferenze. Punto di forza di Sparks è quello di prelevare da qualsiasi tipo di fonte presente sul web.
 

Dopo aver fatto una panoramica sui nuovi servizi Circles e Sparks nell'articolo di ieri, ora continuiamo a descrivere le caratteristiche che Google lancerà prossimamente all'interno del progetto Google Plus.

Ora parliamo di Hangouts, un servizio che consente di condividere documenti di qualsiasi tipologia, chat e video chat e che consente a un massimo di dieci persone di conversare tra loro contemporaneamente. 

E ancora, Instant Upload che consente di inviare in modo automatico foto e video dal proprio smartphone direttamente al personale album online che viene condiviso con i contatti presenti su Circles permettendo di scegliere chi puo' avere accesso a tali documenti e chi no. 

Infine troviamo Huddle pensato a chi è social in tutto e per tutto. Il quinto ed ultimo servizo di Google+ consente di creare piccoli gruppi di persone ai quali mandare lo stesso sms, quasi si trattasse di una di chat istantanea.

Per adesso i servizi di Google+ sono in fase di sperimentazione e sono accessibili ad un numero ristretto di persone su invito. Per quanto concerne una probabile data di lancio del servizio ancora nulla è stato ipotizzato.

Google, con Mobile Hangouts conversazioni video tra 10 persone
 
Google ha pubblicato un video che sta tra il simpatico e l'ebetesco per pubblicizzare un'interessante funzione del social network Google+.
Con lo smartphone Samsung Galaxy Nexus  è possibile fare delle conversazioni video con un massimo di ben 9 altri interlocutori, sfruttando la videocamera frontale a 1,3 Mpx e il servizio Mobile Hangouts di Google+.
 
Per dirla in un altro modo, nello stesso momento dieci persone si possono parlare faccia a faccia, contemporaneamente.
 
Come si può notare dal video ufficiale che ora proponiamo, si può guardare un interlocutore alla volta, mentre tutti gli altri rimangono minimizzati sottoforma di icone nella parte alta dello schermo.
 
Il servizio non è compatibile solamente con Galaxy Nexus, infatti può essere usato da tutti gli utenti con uno smartphone (o tablet) con Android 2.3 e versioni successive. Per il momento non funziona sui dispositivi Apple iOS, tuttavia è una situazione che verrà sistemata nel giro di poco.
 

The Google Plus project: Huddle


 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?