Spaceglasses promettono la Vera Realta' Aumentata in movimento

 

Il mondo fisico e quello digitale si scontrano quando gli utenti indossano gli Spaceglasses di Meta

Scritto da Simone Ziggiotto il 01/11/13 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2013

 

Spaceglasses promettono la Vera Realta' Aumentata in movimento

Il mondo fisico e quello digitale si scontrano quando gli utenti indossano gli Spaceglasses di Meta. Cosa sono? Ora lo scoprirete.

La startup della Silicon Valley Meta, il cui fondatore è Meron Gribetz, ha un nuovo gadget su cui sta lavorando che vuole presentare. "E' il momento di mettere da parte i noiosi dispositivi che non si sono evoluti", ha detto Gribetz a CNET. Naturalmente, Gribetz ha un suggerimento per risolvere il problema dei "noiosi dispositivi" e si chiama Spaceglasses, un dispositivo elettronico indossabile a forma di occhiali da vista con integrati diversi sensori, proiettori e varie tecnologie tra cui il riconoscimento vocale e altre ancora.

Le specifiche del dispositivo consentiranno agli utenti di "immergersi in una esperienza mobile di realtà aumentata" con le mappe che "possono essere manipolate con le mani". Durante la riproduzione di un gioco in prima persona "si può letteralmente diventare il protagonista".

A Gribetz è venuta l'idea mentre studiava informatica e neuroscienze alla Columbia University. "Volevo uno schermo in grado di avvolgere il mondo intero", ha detto Gribetz. "Ho voluto la possibilità di posizionare oggetti tridimensionali nell'ambiente e toccarli con le mie mani.". E al suo attivo, il prototipo di Spaceglasses permettono di fare questo. 

Il giornalista di CNET che ha intervistato Gribets ha riportato la sua esperienza con i Spaceglasses: "Quando ho provato gli occhiali, ho visto un trailer di un film proiettato su un foglio di carta bianco. Sono stato in grado di raggiungere e scalare la dimensione dello schermo usando le dita. Una demo impressionante, anche se ha bisogno di raffinatezza. Gli occhiali sono ingombranti, al momento, un po' scomodi da indossare per più di pochi minuti, anche se Gribetz e il suo team non sono nulla se non determinati a migliorare il loro progetto".

Meta non è l'unica azienda che vuole portare informazioni digitali in movimento sfruttando una tecnologia indossabile. Un gruppo no-profit taiwanese ha sviluppato i- Air Touch Technology (IAT), e il loro dispositivo prototipo assomiglia fortemente al progetto di Meta. E, naturalmente, non scordiamoci i Google Glass. Questi ultimi non offrono una vera esperienza di realtà aumentata (non è possibile interagire con le mani su ciò che viene proiettato dagli occhiali), ma sono comunque un prodotto innovativo per il mercato della tecnologia indossabile.

Vedremo come evolverà il progetto di Meta, che intanto potete vedere nel filmato qui sotto.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?