Amazon compra iRobot, annunciato accordo di acquisizione

Amazon compra iRobot, annunciato accordo di acquisizione

Dall'introduzione del suo primo aspirapolvere Roomba nel 2002, iRobot ha continuato ad introdurre sul mercato dispositivi sempre più intelligenti per la pulizia della casa, facendo risparmiare ai clienti tempo prezioso precedentemente dedicato alle faccende domestiche.

 

Scritto da il 05/08/22 | Pubblicato in Amazon | iRobot | | Archivio 2022

Seguici su

 
 

Amazon e iRobot hanno annunciato il 5 agosto 2022 di aver stipulato un accordo di fusione definitivo in base al quale Amazon acquisirà iRobot.

Amazon tutti la conoscono, mentre iRobot potrebbe essere meno conosciuta: è un'azienda che produce robot intelligenti capaci di tenere pulita casa. iRobot ha introdotto il suo primo robot aspirapolvere Roomba nel 2002. Oggi, iRobot è un'impresa globale che ha venduto milioni di robot in tutto il mondo. Il portafoglio di prodotti del brand include tecnologie e concetti avanzati per la pulizia, la mappatura e la navigazione. Partendo da questo portafoglio, gli ingegneri di iRobot stanno costruendo robot e dispositivi per la casa intelligente per aiutare i consumatori a rendere le loro case più facili da mantenere e luoghi più sani in cui vivere. Pochi mesi fa, iRobot ha presentato "iRobot OS", il nuovo nome della piattaforma utilizzata dall'azienda nei suoi robot aspirapolvere e lavapavimenti intelligenti. iRobot OS è compatibile con gli assistenti digitali Amazon Alexa e Google Assistant, supportando circa 600 domandi attraverso i quali i clienti possono gestire le pulizie domestiche usando comandi vocali. La disponibilità varia in base al modello di robot, con i più recenti che possono anche pulire stanze specifiche e aree mirate (come "attorno al divano") tramite comando vocale. Tra i più recenti robot aspirapolvere di iRobot ricordiamo i modelli Roomba j7 e Roomba j7+

"Sappiamo che risparmiare tempo è importante e le faccende domestiche richiedono tempo prezioso che può essere speso meglio facendo qualcosa che i clienti amano", ha dichiarato Dave Limp, SVP of Amazon Devices. "Nel corso di molti anni, il team di iRobot ha dimostrato la sua capacità di reinventare il modo in cui le persone puliscono con prodotti incredibilmente pratici e fantasiosi, dalla pulizia quando e dove vogliono i clienti evitando gli ostacoli comuni in casa, allo svuotamento automatico del cestino di raccolta. I clienti adorano i prodotti iRobot e sono entusiasta di lavorare con il team di iRobot per inventare modi che rendano la vita dei clienti più facile e divertente".

"Da quando abbiamo avviato iRobot, il nostro team ha avuto la missione di creare prodotti innovativi e pratici che semplifichino la vita dei clienti, portando a invenzioni come Roomba e iRobot OS", ha affermato Colin Angle, chairman e CEO di iRobot. “Amazon condivide la nostra passione per la creazione di innovazioni ponderate che consentano alle persone di fare di più a casa e non riesco a pensare ad un posto migliore per il nostro team per continuare la nostra missione. Sono estremamente entusiasta di fare parte di Amazon per vedere cosa possiamo costruire insieme per i clienti negli anni a venire”.

In base all'accordo tra le parti, Amazon acquisirà iRobot per 61 dollari per azione in una transazione interamente in contanti del valore di circa 1,7 miliardi di dollari, compreso il debito netto di iRobot. Il completamento della transazione è soggetto alle consuete condizioni di chiusura, inclusa l'approvazione da parte degli azionisti di iRobot e le approvazioni normative. Al termine, Colin Angle rimarrà CEO di iRobot.

Lo stesso giorno in cui è stato comunicato questo accordo, iRobot ha condiviso il suo rapporto finanziario per il secondo trimestre del 2022. Le entrate dell'azienda nel Q2 2022 sono pari a 255,4 milioni di dollari, inferiori rispetto a 365,6 milioni di dollari nello stesso periodo del 2021. I ricavi di iRobot nella prima metà del 2022 sono pari a 547,3 milioni di dollari contro 668,9 milioni di dollari nella prima metà del 2021. Secondo iRobot, l'andamento dei ricavi dell'azienda nel secondo trimestre 2022 è stato principalmente influenzato da riduzioni degli ordini, ritardi e cancellazioni impreviste dai rivenditori in Nord America ed EMEA e, in misura molto minore, vendite dirette al consumatore inferiori alle attese e l'impatto delle variazioni dei tassi di cambio. Geograficamente, i ricavi del secondo trimestre 2022 sono diminuiti del 39% in EMEA, del 29% negli Stati Uniti e del 18% in Giappone rispetto allo stesso periodo del precedente anno.

Leggi anche: