Google chiude Stadia nel 2023, gli utenti saranno rimborsati

Google chiude Stadia nel 2023, gli utenti saranno rimborsati

I server Stadia saranno spenti il ​​18 gennaio 2023. Gli utenti che hanno acquistato hardware Stadia tramite il Google Store e acquistato giochi e contenuti aggiuntivi tramite Stadia Store saranno rimborsati.

 

Scritto da il 30/09/22 | Pubblicato in Google Stadia | giochi in streaming | | Archivio 2022

Seguici su

 
 

Il 29 settembre 2022, Google ha annunciato che i server Stadia saranno spenti il ​​18 gennaio 2023. Proprio così: è ufficiale la chiusura della piattaforma di gaming in streaming Stadia. Ha avuto vita breve, essendo stata lanciata nel 2019. Il motivo della chiusura lo ha chiaramente detto il Vice Presidente e General Manager di Stadia, Phil Harrison, in un post sul blog The Keywords di Google: il servizio ha interessato pochi utenti.

"Per molti anni, Google ha investito in molteplici aspetti del settore dei giochi. Aiutiamo gli sviluppatori a creare e distribuire app di gioco su Google Play e Google Play Games. I creatori di giochi stanno raggiungendo il pubblico di tutto il mondo su YouTube attraverso video, live streaming e Shorts. E la nostra tecnologia di streaming cloud offre un gameplay coinvolgente su vasta scala." spiega Harrison. "Alcuni anni fa, abbiamo anche lanciato un servizio di giochi consumer, Stadia. E sebbene l'approccio di Stadia ai giochi in streaming per i consumatori sia stato costruito su solide fondamenta tecnologiche, non ha guadagnato la trazione con gli utenti che ci aspettavamo, quindi abbiamo preso la difficile decisione di iniziare a chiudere il nostro servizio di streaming Stadia."

Anche se pochi, alcuni utenti Stadia li ha. Google ha previsto di rimborsare agli utenti tutti gli acquisti di hardware Stadia effettuati tramite Google Store online (controller Stadia, Founders Edition, Premiere Edition e pacchetti Play and Watch con Google TV) e tutti gli acquisti di giochi e contenuti aggiuntivi effettuati tramite Stadia Store (giochi e acquisti di componenti aggiuntivi). Google prevede di riuscire a completare la maggior parte dei rimborsi entro la metà di gennaio 2023. 

Non è previsto il rimborso degli abbonamenti Stadia Pro: i giocatori che avevano un abbonamento Stadia Pro attivo a partire dal 29 settembre 2022 non riceveranno ulteriori addebiti per continuare ad accedere alla propria libreria Pro o ad altri diritti di abbonamento fino allo spegnimento dei server Stadia.   

Inoltre, Google ha già chiuso lo Stadia Store e ha disabilitato tutti gli strumenti che prevedono transizioni sulla piattaforma Stadia, comprese le transazioni in-game. Eventuali preordini di giochi verranno annullati e gli utenti non riceveranno alcun addebito (se è già stato addebitato un pre-ordine, Google lo rimborserà)

I giocatori di Stadia continueranno ad avere accesso alla loro libreria di giochi e a giocare fino al 18 gennaio 2023. Il team Stadia prevede che da qui alla chiusura della piattaforma i giocatori potranno affrontare alcuni problemi giocando. Per quanto concerne i progressi di gioco accumulati dai giocatori, il trasferimento potrebbe essere possibile per alcuni giochi che supportano il gioco a progressione incrociata su altre piattaforme, ma per la maggior parte dei giochi ciò non sarà possibile.

"Siamo grati ai giocatori dedicati di Stadia che sono stati con noi dall'inizio." ha aggiunto Harrison. "Rimaniamo profondamente impegnati nei giochi e continueremo ad investire in nuovi strumenti, tecnologie e piattaforme che alimentano il successo di sviluppatori, partner del settore, clienti cloud e creatori.

Google prevede di utilizzare la piattaforma tecnologica alla base di Stadia sia in altri propri servizi, come YouTube, Google Play e in progetti legati alla realtà aumentata (AR), ma anche di renderla disponibile ai suoi partner del settore.

"Siamo così grati per il lavoro rivoluzionario del team e non vediamo l'ora di continuare ad avere un impatto sui giochi e altri settori utilizzando la tecnologia di streaming fondamentale di Stadia" ha detto Harrison, comunicando che Google ha previsto di spostare la passione per i giochi di molti dei membri del team di Stadia in altre parti dell'azienda.

La piattaforma di videogiochi in streaming Stadia è stata annunciata la prima volta da Google alla Game Developers Conference (GDC) 2019 con la visione che diventasse "il futuro dei videogiochi" offrendo accesso immediato in streaming ai giochi preferiti su qualsiasi tipo di schermo - TV, laptop, desktop, tablet o telefono cellulare - con risoluzione fino a 4K e 60 frame al secondo con HDR e suono surround. La piattaforma è stata lanciata ufficialmente in 14 paesi a Novembre 2019, Italia inclusa. Al lancio, solo Google Chromecast Ultra era compatibile con Stadia e per giocare con Chromecast servivano anche un controller Stadia e l'accesso a Stadia. I primi che hanno potuto giocare a Stadia sono stati coloro che aveva acquistato il pacchetto Founder's Edition o Premiere Edition. Nel corso del tempo, Stadia è arrivato anche sui televisori e dispositivi Android TV e Chromecast con Google TV, mentre più recentemente è stata integrata sui televisori di LG e Samsung.  

Google nel suo supporto online ha dedicato una pagina di FAQ (support.google.com/stadia/answer/12790109?hl=it) che include le risposte alle domande comuni riguardo la chisuura di Stada, la quale verrà aggiornata nei prossimi mesi.

Leggi anche:
Leggi anche: