Samsung annuncia crescita rapida di SmartThings Find, ora conta oltre 200 milioni di nodi di ricerca

Samsung annuncia crescita rapida di SmartThings Find, ora conta oltre 200 milioni di nodi di ricerca

Disponibile nell'app SmartThings, SmartThings Find aiuta a ritrovare facilmente i dispositivi Galaxy collegati e gli oggetti collegati ai localizzatori Galaxy SmartTag e SmartTag+, utilizzando le tecnologie BLE e UWB.

 

Scritto da il 15/07/22 | Pubblicato in Samsung SmartThings Find | Samsung SmartThings | Samsung | Archivio 2022

Seguici su

 
 

Samsung Electronics ha annunciato che il suo servizio SmartThings Find è cresciuto rapidamente e ora comprende oltre 200 milioni di nodi di ricerca che lavorano per aiutare gli utenti a localizzare i loro dispositivi persi e da ritrovare.

Samsung ha annunciato SmartThings Find nel 2020, portandolo in Italia nel corso del 2021. Questo servizio aiuta gli utenti a rintracciare velocemente e facilmente i propri dispositivi Galaxy. SmartThings Find utilizza Bluetooth Low Energy (BLE) e tecnologie ultra-wideband (UWB) per aiutare gli utenti a localizzare i propri smartphone, tablet, smartwatch e auricolari Galaxy. Ciascun dispositivo Galaxy registrato sul servizio SmartThings Find, quindi previa specifico consenso del suo proprietario, è un 'nodo' di SmartThings Find che può aiutare altri utenti Samsung Galaxy a localizzare i loro dispositivi persi. Quando un utente perde un suo dispositivo registrato al servizio e ha lo smartphone fuori dalla portata del device da cercare, gli altri utenti Samsung Galaxy nelle vicinanze che hanno attivato SmartThings Find - e concesso la propria autorizzazione a partecipare a SmartThings Find - possono aiutarlo a individuarlo: se il dispositivo che si sta cercando si trova vicino ad uno di questi, l'utente che lo ha perso può localizzarlo.

Il servizio si trova integrato nell’app SmartThings su smartphone e tablet Galaxy con Android 8 o versioni successive. Dopo l'intallazione, è possibile accedere al servizio SmartThings Find utilizzando il banner dedicato nella schermata Home nell’app SmartThings. SmartThings Find può tracciare gli spostamenti anche del nuovo localizzatore Bluetooth Galaxy SmartTag, che si può attaccare a chiavi, borsa o al collare del proprio animale domestico: è disponibile in Italia al prezzo di 34,90 euro. E' anche disponibile SmartTag+ con UWB e guida visiva AR tramite i dispositivi supportati quali Galaxy S22+ e Ultra, S21+ e Ultra, Note20 Ultra, Z Fold2, e Z Fold3.

“Siamo orgogliosi ed entusiasti di vedere la rapida crescita del servizio SmartThings Find. In meno di due anni, 200 milioni di dispositivi hanno deciso di aiutare altri utenti Samsung Galaxy a trovare i loro dispositivi smarriti, rendendolo uno dei servizi Samsung in più rapida crescita", ha affermato TM Roh, President and Head of Samsung Electronics’ MX (Mobile eXperience) Business. “Perdere un dispositivo può essere stressante, ma SmartThings Find rende più facile individuare e recuperare rapidamente il dispositivo. È solo un esempio di come un ecosistema connesso di dispositivi crea esperienze significative per gli utenti Samsung Galaxy in tutto il mondo".

Samsung ha precisato che garantire la sicurezza di informazioni sensibili come i dati sulla posizione è una sua priorità assoluta. SmartThings Find crittografa i dati degli utenti e li protegge con la piattaforma di sicurezza Samsung Knox. I dati sulla posizione di un dispositivo vengono rivelati ad altre persone solo con il permesso dell'utente e l'ID del dispositivo di ciascun utente cambia ogni 15 minuti e viene archiviato in modo anonimo. SmartThings Find aiuta anche gli utenti a identificare SmartTag sconosciuti che li seguono per un certo periodo di tempo.

Per saperne di più su SmartThings Find è possibile visitare il sito Web di SmartThings Find all'indirizzo www.smartthings.com/partners/smartthings-find.  

Leggi anche:

Come funziona Samsung SmartThings Find