Banda Larga: In arrivo 900 milioni di euro

 

Potenziamento della banda larga, ultrabanda e lotta al digital divide: questi i tre principali obiettivi del nuovo piano da 900 milioni di euro previsto per lo sviluppo digitale in Italia

Scritto da Redazione il 18/02/13 | Pubblicata in Operatori | Archivio 2013

 
Potenziamento della banda larga, ultrabanda e lotta al digital divide: questi i tre principali obiettivi del nuovo piano da 900 milioni di euro previsto per lo sviluppo digitale in Italia.

Il piano, suddiviso in 3 diversi bandi, prevede un contributo pubblico pari al 70% sui progetti di cablaggio del territorio ad opera dei provider, garantendo cosi un nuovo rilancio degli investimenti nel settore considerato prioritario anche dalla UE.


Digital Divide

Il piano, che prevede 237 milioni di euro di cofinanziamento privato, dovrebbe consentire la realizzazione di linee adsl da almeno 2 Mbps in circa 3600 comuni attualmente poco serviti, consentendo a circa 3 milioni di italiani di potersi collegare agevolmente a Internet.

Se in diverse città italiane sono disponibili connessioni da oltre 40 Mbps, la metà dei comuni italiani è ancora oggi soggetta a velocità scandaloso, spesso sotto 1 Mbps.

Tra i principali operatori attivi su questo fronte, troviamo Vodafone con il progetto 1000 Comuni che ha già coinvolto circa 600.000 abitanti con un mix di Wimax e Adsl

Schema di esempio di Internet a Banda Larga basato su connessione 3G/Wimax

Ultraband

Oltre all'azzeramento del Digital Divide, il piano pone le basi per realizzare la futura super rete Italiana che dovrebbe consentire la commercializzazione di tagli compresi tra 30 e 100 Mbps, con un progetto che si affiancherà a quelli privati di Fastweb e Telecom su fibra ottica e agli altri operatori Mobile su rete LTE.

Il progetto ultrabanda prevede di toccare 180 comuni per un totale di 4 milioni di italiani che potranno beneficiare di questa evoluzione tecnologica.

Il progetto dovrebbe concludersi nel 2015, con una ricaduta positiva sull'economia italiana per circa 1,3 miliardi di euro e 5000 nuovi posti di lavoro.

Secondo gli studi effettuati a livello comunitario, infatti, gli investimenti nel settore TLC dovrebbero garantire uno stimolo sul Pil pari a 1.45 volte l'investimento effettuato.

Questo vuol dire che con 1 miliardo di investimento, si dovrebbe garantire circa 1,45 miliardi di aumento del Pil.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?