Spotify aveva promesso HiFi entro il 2021...

Spotify aveva promesso HiFi entro il 2021...

Lo streaming di musica in alta qualità è una delle nuove funzionalità più richieste dagli utenti di Spotify, ai quali l'azienda aveva promesso lo streaming in HiFi entro fine 2021: ma dov'è?

 

Scritto da il 03/01/22 | Pubblicato in Spotify | | | Archivio 2022

Seguici su

 
 

All'inizio dello scorso anno, il servizio di streaming musicale Spotify aveva promesso che "a partire dalla fine dell'anno" gli abbonati Premium in mercati selezionati sarebbero stati "in grado di aggiornare la propria qualità del suono a Spotify HiFi e ascoltare le proprie canzoni preferite come previsto dagli artisti".  Spotify aveva quindi promesso 'entro il 2021' l'upgrade della qualità audio per alcuni abbonati Premium ma il 2022 è ormai iniziato e non c'è traccia di questo upgrade. Spotify, cosa stai facendo?

Risalgono a marzo del 2017 le prime indiscrezioni circa l'intenzione di Spotify di migliorare la qualità audio, poi quattro anni dopo, all'inizio del 2021, è arrivato l'annuncio ufficiale con tanto di video promozionale con la cantautrice americana Billie Eilish e il produttore discografico FINNEAS che parlano dell'importanza delle opzioni audio di alta qualità per i creatori e i fan. Spotify è in ritardo, mentre la concorrenza è già oltre.

Se da Spotify ci si aspetta l'upgrade alla qualità HiFi, corrispondente alla qualità CD (16bit/1.411 kbps) comunque migliore rispetto all'audio compresso con codec OGG - Vorbis a massimo 320kbps in cui ascoltano oggi gli utenti Premium, i servizi concorrenti quali Apple Music, Amazon Music, TIDAL, Quobuz e Deezer offrono tutti da tempo non solo la qualità lossless 16bit/1.411kbps ma addirittura, in alcuni casi con un piccolo sovrapprezzo, Hi-Res fino a 24bit/192kHz. Apple Music è stato il primo servizio di streaming musicale ad offrire l'audio lossless nel piano individuale da 9,99 euro al mese senza costi aggiuntivi, subito dopo si è adeguato Amazon Music, poi da più tardi anche TIDAL. Ok, Spotify sta investendo di più sui podcast e continua a lanciare algoritmi che generano nuove playlist, ma non per questo può accantonare la promessa fatta di migliorare la qualità audio. Se Spotify oramai ha già perso una una grande fetta di ascoltatori audiofili per la scarsa qualià del suono offerto, possiamo presumere che alcuni clienti di Spotify all'inizio dello scorso anno abbiano preso la decisione di restare con Spotify senza passare alla concorrenza nella speranza dell'arrivo di questo upgrade all'Hifi.

"Lo streaming di musica in alta qualità è costantemente una delle nuove funzionalità più richieste dai nostri utenti" aveva detto Spotify lo scorso febbraio. "Spotify HiFi fornirà musica in formato audio lossless di qualità CD al tuo dispositivo e agli altoparlanti abilitati per Spotify Connect, il che significa che i fan potranno sperimentare più profondità e chiarezza mentre si godono i loro brani preferiti. L'ubiquità è al centro di tutto ciò che facciamo in Spotify e stiamo lavorando con alcuni dei più grandi produttori di altoparlanti del mondo per rendere Spotify HiFi accessibile al maggior numero possibile di fan tramite Spotify Connect. L'HiFi sarà abbinato alla perfetta esperienza utente di Spotify, basandosi sul nostro impegno per assicurarci che gli utenti possano ascoltare la musica che amano nel modo in cui desiderano godersela. Spotify HiFi inizierà ad essere lanciato in mercati selezionati entro la fine dell'anno [2021, ndr] e presto avremo maggiori dettagli da condividere. "

Attendiamo, vediamo quando 'Spotify HiFi' diventerà realtà.  

Leggi anche:
Leggi anche:

Spotify Stream On: Billie Eilish e Finneas parlano della potenza dell'HiFi