Agcom: Google prima fonte in Italia per Informarsi, poi Facebook

 

Google rappresenta in Italia il sito più utilizzato per informarsi (21,5 per cento degli utenti web), mentre Facebook si colloca al quinto posto

Scritto da Simone Ziggiotto il 21/02/14 | Pubblicata in Operatori | Archivio 2014

 

Agcom: Google prima fonte in Italia per Informarsi, poi Facebook

Google rappresenta in Italia il sito più utilizzato per informarsi (21,5 per cento degli utenti web), mentre Facebook si colloca al quinto posto.

Nell’ambito dell’indagine conoscitiva sul settore dei servizi internet e sulla pubblicità online l'Agcom ha condotto un’analisi approfondita del funzionamento di internet, con lo scopo di comprenderne gli assetti competitivi nei settori che compongono la filiera produttiva ed offrire una valutazione prospettica dell’intero ecosistema di internet e delle criticità emerse.

L'Agcom nota che, sebbene i mezzi tradizionali rivestono ancora un ruolo prioritario per gli individui ai fini informativi," internet sta assumendo progressivamente maggiore rilievo". In particolare, il mezzo Internet si colloca in terza posizione, in quanto usato dal 42 per cento delle persone che si interessano attivamente ai fatti di attualità, con una differenza di soli 3 punti percentuali dai quotidiani. Inoltre, internet si configura come una fonte di primaria importanza soprattutto per la ricerca di notizie inerenti l'attualità internazionale e nazionale (essendo diventato il secondo mezzo di informazione dopo la televisione).

Dall'indagine è inoltre emerso che l'attuale fase evolutiva di internet è contraddistinta dall'affermazione di una pluralità di servizi di tipo verticale (per una specifica esigenza), ovvero orizzontale (a scopi, come i portali, i motori di ricerca e i social network), offerti sempre più in mobilità, e spesso finanziati attraverso il ricorso alla raccolta pubblicitaria online. L'offerta di informazione online e' spesso gratuita, per cui la valorizzazione dei contenuti informativi digitali si basa sulla generazione di audience al fine della vendita di contatti agli inserzionisti di pubblicita'.

Per quanto riguarda le varie forme di informazione in rete, l'indagine di mercato svolta da SWG per conto dell'Autorità ha evidenziato che: l'informazione tradizionale (quotidiani online soprattutto) riveste un ruolo prioritario, con una penetrazione del 28 per cento della popolazione; la penetrazione degli aggregatori è ben al di sopra del 10 per cento (maggiore per i blog e più marginale per le nuove testate online); una rilevante percentuale di utenti utilizza il search anche per informarsi sull'attualità nazionale e/o locale (in Italia pari al 12,4 per cento della popolazione e al 21,6 per cento degli utenti che navigano). Google rappresenta in Italia il sito più utilizzato per informarsi (21,5 per cento degli utenti web), mentre Facebook si colloca al quinto posto.

Dal punto di vista della valenza informativa, internet rappresenta, in Italia come all'estero, "uno straordinario mezzo di informazione, di discussione e di formazione dell'opinione pubblica". In tal senso, prosegue l'Agcom, "dal confronto internazionale è emerso come, in Italia, internet rappresenti uno strumento di informazione che riveste un'importanza, ai fini della tutela del pluralismo, sorprendentemente simile a quanto avviene in Paesi, quali Regno Unito e USA, con una maggiore penetrazione del mezzo".

L'indagine, che qui sotto potete leggere al completo, ha mostrato come problematiche complesse ed in continuo divenire come quelle relative all'ecosistema di internet necessitino di soluzioni sofisticate. Inoltre, le forme di governance di internet ad oggi attuate a livello internazionale hanno fatto crescere l'intero sistema.

 

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?