Apple iPad Pro 2018 atteso con Face ID

Apple iPad Pro 2018 atteso con Face ID

Il sistema TrueDepth con Face ID dovrebbe essere introdotto sull'iPad Pro nell'aggiornamento del 2018 prima di arrivare su tutti i successivi nuovi iPad.

 

Scritto da , il 04/09/18

Seguici su

 
 

Apple ha introdotto lo scorso anno sul mercato la tecnologia proprietaria chiamata Face ID con l'iPhone X, il quale tramite il sistema di telecamera frontale TrueDepth consente di riconoscere volti e confermare l'identità dell'utente per lo sblocco del telefono e la conferma di pagamenti con Apple Pay. Secondo piu' fonti,  il sistema Face ID verrà introdotto anche sull'iPad Pro nel prossimo aggiornamento previsto al debutto entro la fine di quest'anno.

Apple avrebbe lavorato negli ultimi mesi su un iPad ridisegnato privo di pulsante Home fisico - che da sempre ha contenuto il lettore biometrico delle impronte digitali - al posto del quale adottare il nuovo sistema Face ID introdotto sull'iPhone X. Il nuovo iPad Pro potrebbe essere reso disponibile nelle versioni da 10.5 pollici e da 12.9 pollici con tanto di nuova Apple Pencil.

Lo scorso anno, qualche settimana dopo l'introduzione dell'iPhone X, l'analista Ming Chi-Kuo di KGI Securities ha segnalato che il sistema Face ID arriverà prima sul nuovo modello di iPad Pro atteso al debutto quest'anno per poi arrivare su tutti i nuovi modelli di iPad che seguiranno. In una nota agli investitori, l'analista ritiene che l'aggiunta di Face ID nell'iPad Pro aumenterà la competitività del prodotto di Apple nel mercato dei tablet di fascia alta.

"Prevediamo che i dispositivi iOS dotati di sistema TrueDepth nel 2018F saranno iPhone X e i nuovi modelli di iPhone e iPad del 2018. A causa di ciò, riteniamo che più sviluppatori presteranno attenzione alle applicazioni del sistema TrueDepth / riconoscimento facciale. Ci aspettiamo che la promozione principale di Apple per le applicazioni del riconoscimento del viso incoraggerà il mondo Android a dedicare ulteriori risorse allo sviluppo di hardware e applicazioni del riconoscimento del viso." si legge nella nota.

Nel frattempo, diversi produttori di dispositivi Android si sono attivati per sviluppare una propria tecnologia di riconoscimento del volto in risposta al Face ID di Apple da integrare nei propri prodotti, quasi mettendo in secondo piano lo sviluppo di un sistema di riconoscimento delle impronte digitali sotto lo schermo. Oggi non è raro trovare dispositivi Android con tecnologia 'Face Unlock' per lo sblocco del telefono tramite il riconoscimento del volto che affianca comunque un lettore di impronte digitali.

Secondo Bloomberg è improbabile che Apple utilizzerà display OLED per il nuovo iPad Pro del 2018 e continuerà ad utilizzare pannelli LCD a causa di "vincoli tecnici e finanziari".

Aspettando il nuovo iPad Pro, Apple lo scorso 27 marzo ha presentato un aggiornamento del suo iPad più popolare introducendo il supporto per Apple Pencil e prestazioni superiori, con un prezzo a partire da 359 euro (senza Apple Pencil, che si puo' avere a parte per 99 euro).

Il sistema di autenticazione FaceID ha debuttato con l'iPhone X il 3 novembre 2017 e ci si chiede quanto la tecnologia puo' ritenersi precisa e sicura rispetto al tradizionale lettore di impronte digitali. Secondo Apple, allo stesso modo in cui Touch ID ha rivoluzionato l'autenticazione utilizzando un'impronta digitale, Face ID rivoluzionerà l'autenticazione utilizzando il riconoscimento facciale, consentendo una autenticazione intuitiva e sicura abilitata dal sistema di telecamere TrueDepth dotato di tecnologie avanzate per mappare con precisione la geometria del volto. Gli utenti potranno utilizzare FaceID per autorizzare gli acquisti su iTunes Store, App Store, iBooks Store e pagamenti con Apple Pay mentre gli sviluppatori possono permettere agli utenti di usare Face ID nelle proprie applicazioni. La videocamera TrueDepth è in grado di catturare l'immagine a infrarossi del volto dell'utente e lo mappa in profondità proiettando e analizzando oltre 30.000 punti invisibili; questi dati vengono poi analizzati in sicurezza dal motore neurale del chip A11 Bionic trasformando la mappa di profondità e l'immagine a infrarossi in una rappresentazione matematica che viene confrontata con la rappresentazione predefinita cercando la corrispondenza per l'autenticazione.


Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Apple iPad Pro 2018 atteso con Face ID


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?